Prenota

I ristoranti dell’estate: dove mangiare in Sardegna

FRAMENTO – corso Vittorio Emanuele II 82 – Cagliari, +39 070 6670370, framento.com
Diavolo di un Pierluigi Fais! Si trasferisce a Cagliari per aprire il suo ristorante (Josto), ma prima, spiazza tutti, e apre una pizzeria. Beh, pizzeria, meglio chiamarla col suo vero nome: Framento. Si, perché qui il concetto di pizza, che fino ad allora si conosceva in città, era letteralmente diverso. Ma a quanto pare la rivoluzione i cagliaritani la hanno apprezzata eccome, tanto che in men che non si dica è stato d’obbligo il trasferimento in un locale più grande. Ambienti urban, atmosfera pop, un grande bancone all’entrata dove si prepara da bere ma ci si può sedere a mangiare senza bisogno di prenotare. In fondo al locale la preparazione della pizza e un delizioso spazio esterno da godersi durante la bella stagione (pardon, siamo a Cagliari, le belle stagioni). Veniamo alla tonda. Rigorosamente lievitata col lievito madre (in lingua sarda suframmentu) e ottenuta da farine selezionate… Leggi l’intera recensione di Giuseppe Carrus

JOSTO – via Sassari 25 – Cagliari, +39 070 3510722, ufficialejosto.it
Prima era Josto al Vicolo, poi Josto al Duomo. Adesso è Josto e basta. Sono passati ormai diversi anni dalle prime due esperienze oristanesi, ora lo chef Pierluigi Fais è stabile a Cagliari. Prima conquista i cagliaritani con Framento, l’insegna che ha cambiato il modo di vedere la pizza in città (vedi scheda), poi – dall’estate 2017 – trasforma una vecchia falegnameria ormai chiusa in un ristorante moderno e giovane, in pieno stile metropolitano. Tutto ciò è indubbiamente molto rock, nel vero senso del termine. Qui la musica è la prima ad accogliervi. Non lasciatevi intimorire dal volume un po’ alto, piuttosto fatevi trasportare dalle note e immergetevi nei piatti preparati davanti ai vostri occhi nel bel bancone di okite. Gli ingredienti sono assolutamente quelli locali, della cultura gastronomica sarda, le cotture e gli accostamenti sono estrosi e guardano al futuro… Leggi l’intera recensione di Giuseppe Carrus